Post

Visualizzazione dei post da 2019

COS'E' LA TRISTEZZA E PERCHE' VIENE?

Immagine
COS'E' LA TRISTEZZA E PERCHE' VIENE? "A che serve la tristezza? A sondare dentro di noi cose, fatti e pensieri dimenticati che, in qualche momento, ci hanno colpito, ferito, impressionato. Come una bufera o un forte vento che sposta foglie, alberi e altri oggetti, quando arriva la tristezza abbiamo l'opportunità di fare una visita al nostro interno, riappropriandoci di alcuni sentimenti, bisogni, sensazioni che giacevano in uno stato d'allerta nel nostro mondo delle ombre. Come panni stesi al sole queste ombre, queste paure che generano tristezza, possono essere visti, osservati, possiamo prenderne le misure. Le ombre si dissolvono solo per il fatto di essere esposte al sole, per quanto riguarda le paure possiamo impegnarci a risalire alle cause, alla fonte di ciò che ha messo in moto tutta una serie di meccanismi mentali e darci da fare per attuare una soluzione. La tristezza è un campanello d'allarme per farci conoscere le nostre paure. Tutto qui

COS'E' LA FIDUCIA?

Immagine
The Latest COS'E' LA FIDUCIA? Mi appaiono due comici che non hanno, però, l'espressione realmente sorridente, invitante, accattivante e coinvolgente, no: hanno paura, paura di non far ridere e, per questo motivo, hanno un'espressione veramente sinistra e agghiacciante dietro alla maschera della risata; sembrano voler inveire, fare letteralmente male a chi non dà loro soddisfazione. Ecco cosa significa avere fiducia: stare così in pace dentro se stessi, da non esigere, pretendere, volere nulla dal prossimo che non gli/le venga spontaneo dare, donare, ricevere. Chi l'ha detto che gli altri o qualcuno siano costretti ad accettare ciò che noi vogliamo propinare loro? Nessuno. E' per questo che scattano rabbia, pretese, fraintendimenti. L'anima è in pace quando sta nella fiducia e per avere fiducia occorre non avere aspettative verso gli altri, fiduciosi del fatto che, in ogni caso ce la potremo cavare con amore, attenzione, impegno. Gli altri non so
Immagine
COS'E' LA CREATIVITA'? Illustrazione di Tony Ariawan - "Beauty Spirit" “La creatività è quella musica interiore che abbiamo tutti.  In alcuni è sgraziata perché non viene prestata attenzione al proprio ritmo interno ed, in altri che vivono ascoltando questo ritmo, questo impulso interno...ecco, i benefici, i frutti sono palesi pure all'esterno. In altri ancora prevale l'ego e usano il dono artistico per pavoneggiarsi. Vogliono partire subito dal risultato, dall'opera finale, per fare gli interessanti ma, in questi casi, ci si trova d'innanzi a creazioni macchinose e sterili. La vera creatività nasce come “intima” e poi viene, se si vuole, condivisa. Non parte principalmente per far sfoggio della propria maestria, nasce per un bisogno d'amore, verso se stessi, verso gli altri e verso la vita. Si, anche quando è dolore, è un modo per viverlo, per conoscerlo, contenerlo, osservarlo, superarlo ed imparare. Tutti, a loro modo, sono
Immagine
Immagine da Crescita Spirituale - Arcangelo Uriel COS'E' IL TALENTO? “Il talento è una sorta di bagaglio che vi portate sulla Terra. E' anche attraverso questo “bagaglio” che vivrete esperienze utili alla vostra elevazione animica, vi da, inoltre, la possibilità di sostenervi nella vita terrestre, ovvero nella materia.   Il talento è un dono che avete sviluppato in precedenza o uno nuovo che potete acquisire ex novo.” CO ME RICONOSCERE IL PROPRIO/I PROPRI? “Abbiamo un talento quando sentiamo una grande gioia nel fare una cosa e sentiamo, allo stesso tempo, facilità nello svolgerla e apprendimento. Possiamo avere più talenti e in campi molto diversi l'uno dall'altro.” DOVREMMO, QUINDI, COLTIVARE SOLO I NOSTRI TALENTI SE NON VOGLIAMO ESSERE TRISTI? “L'apprendimento può arrivare da diverse esperienze, scelte dall'anima prima d'incarnarsi, che possono non essere propriamente in linea con i nostri talenti (ad esempio attraverso lo stare in relazi
Immagine
The Firebird, Marc Chagall SIATE COME UCCELLI Siate come uccelli. Volate, conoscete e sentite le vostre ali. Imparate a volare. Levatevi sopra le nuvole e camminate sulla terra. Condividete il volo con altri uccelli senza creare dipendenze riconoscete la libertà e vivete senza troppo bagaglio. Non perdete il focus che è fondamentale per l'equilibrio, la forza e la volontà. Sapendo che siamo esseri completi in cerca di alba, in cerca di pace e di sentimenti d'amore e libertà. Mujer Hiedra Le favole di La Fontaine. Due piccioni si amavano teneramente,  Marc Chagall
Immagine
Illustrazione di Lucia Ricciardi - Mater Terra Poesia: Non voglio morire Non voglio morire una vita non vissuta. Non vivo nella paura di cadere o di prendere fuoco. Scelgo di prendere possesso dei miei giorni, di lasciare che la vita apra le mie porte e mi insegni a non aver paura, e sciolga il mio cuore per trasformarlo in ali, una torcia, una promessa. Scelgo di mettere a rischio il mio significato; per vivere così che ciò che mi è stato dato come seme passi al prossimo come germoglio e ciò che mi è stato dato come germoglio diventi frutto. Dawna Markova Illustrazione di Mariagrazia Orlandini

Sogni realizzati

Immagine
Illustrazione di Patrizia La Porta C'è uno spazio dove i sogni sono già realizzati: quella è la meta, quel posto c'è e nessuno ce lo porta via, l'unica cosa che dobbiamo fare è percorrere, a livello energetico, la strada per arrivarci. Strada fatta di comprensione, affermazione, amore, sudore e, soprattutto, apertura. Niente può entrare se teniamo la porta del nostro cuore chiusa. La gratitudine è un ingrediente fondamentale. L'amore pure. Il cervello, senza l'apertura del cuore, non può guidarci verso la felicità. Pulire, pulire, pulire, liberandoci dalle convinzioni limitanti. Alla fine tutto è più semplice di quel che crediamo. Cosa ci spinge a nuotare in una putrida pozzanghera anziché nuotare liber* in mare, nel mare più blu che conosciamo? Solo la nostra paura di non meritarcelo. Abbassiamo le nostre frequenze per conformarci a regole, convinzioni che non sono nemmeno le nostre e perché? Solo perché non riconosciamo il nostro valore di figlie e figli d